Eolie Logo 273x112
bernardi banner
Lunedì, 25 Settembre 2017

NEWS

Anni ‘50 e ‘60: il mito delle Isole Eolie al cinema

Non si può negare che il cinema abbia rappresentato un mezzo importantissimo per la scoperta delle Isole Eolie da parte dei turisti di tutto il mondo.

Già alla fine degli anni ‘40, alcuni giovani appartenenti alle famiglie della nobiltà italiana approdarono in queste splendide terre per girare una serie di documentari con quelle che sarebbero poi divenute le prime riprese subacquee in assoluto. Dal successo di questa impresa iniziale, nacque il “Panaria Film”.

“Stromboli terra di Dio”, con la produzione e la direzione di Roberto Rossellini, è un film del 1949, considerato tutt’oggi un grande classico del neorealismo italiano. Girato alle Isole Eolie, vide il coinvolgimento diretto dei veri abitanti del luogo. Anna Magnani - come raccontato per settimane dai giornali dell’epoca - fu l’attrice che ottenne sia il ruolo da protagonista che il cuore del regista, finché non le furono entrambi portati via da Ingrid Bergman nel pieno delle riprese della pellicola. La risposta della Magnani fu una ripicca che diede vita al film “Vulcano”, girato a Lipari per volere della stessa attrice e diretto da William Dieterle.


Nel 1960, Michelangelo Antonioni consacra Monica Vitti come nuova stella cinematografica, grazie al film “l’Avventura”.


Passo dopo passo, ripresa dopo ripresa, i registi alle Isole Eolie hanno costruito un mito fatto di luoghi dalla bellezza incontaminata, paesaggi naturali di una suggestione unica e acque cristalline. Ai mitici primi anni ‘50 si deve l’esplosione turistica che prosegue fino ad oggi attirando visitatori da ogni angolo della terra.

BarraGusto BarraAccoglienza BarraBenessere
Pulsante fili Pulsante pule

Pulsante trito

Pulsante mendo Pulsante pinna Pulsante bene

NEWS

EVENTI

EXPERIENCE

VIDEO

RICETTE